logotype

Lo zoo di vetro

di Tennessee Williams - debutto 2015

"Dramma di memoria", come lo definisce l'autore, messinscena dell'atto del ricordare e del passato come luogo di rimpianto. Al centro della vicenda una famiglia  americana degli anni '30, segnata dall'abbandono del padre, in cui ciascun componente rincorre i propri sogni, ricercando vie di fuga dalla realtà: la madre Amanda inseguendo il rimpianto della sua giovinezza, il figlio Tom rifugiandosi nella poesia e nel cinema e la figlia Laura isolandosi con la sua collezione di animaletti di vetro. Fragili meccanismi familiari che diventano rifugio o prigione, speranza o illusione. 

Leggi tutto...

La pazzia senile

di Riccardo Perraro - Rielaborazione da un canovaccio della Commedia dell’Arte -debutto 2013

Il testo di questa commedia, ispirato ad un canovaccio presente in un madrigale rappresentativo di A. Banchieri di fine ‘500, è nato attingendo spunti dalle raccolte di tirate, lazzi e contrasti cui i Comici dell’Arte si rifacevano per le loro "improvvisazioni". Tali in realtà non erano ma frutto della codificazione minuziosa di una lunga esperienza e pratica del "recitare insieme". Per la nostra Compagnia è l’occasione e il pre-testo per riscoprire la gestualità, la molteplicità delle sonorità e la libertà del gioco collettivo, tipici di questo genere teatrale.

Leggi tutto...

Otello

di William Shakespeare - debutto 2010

ico otelloA Otello, generale "moro" al servizio della Repubblica veneta, è stato affidato il compito di comandare l'esercito veneziano contro i Turchi nell'isola di Cipro, supportato dal luogotenente Cassio. Iago, subalterno invidioso e meschino trama un perfido piano manipolando la verità per istillare il seme della gelosia in Otello nei confronti della moglie Desdemona. L'angoscia di Otello cresce a poco a poco e la cieca fiducia nelle parole di Iago lo porteranno a vedere la realtà stravolta e immorale, fino a decidere di uccidere la donna che ama.

Leggi tutto...

Ulissea

riduzione da "Odissea" per attori e marionette
di Riccardo Perraro - debutto 2007

ico ulisseaLa storia dell’eroe omerico è a tutti nota. Figlio di Laerte e Anticlea, sposo di Penelope, padre di Telemaco, Ulisse vorrebbe ritornare agli affetti familiari e alla nativa Itaca dopo dieci anni spesi a Troia a causa della guerra (suo è l'espediente del cavallo di legno che permette di sbloccare la situzione), ma l'odio di un dio avverso, Poseidone, glielo impedisce. Costretto da continui incidenti e peripezie incredibili, dopo altri dieci anni, grazie anche all'aiuto della dea Atena riuscirà a tornare a casa.

Leggi tutto...

La tempesta

di Emilio Tadini - debutto 2008

ico tempestaQuando ha inizio la storia i fatti, concreti e dolorosi, sono già accaduti e la polizia sta indagando: Prospero, il vecchio inquilino di una casa della periferia di Milano si è ucciso, lasciando solo il suo fedele compagno, un povero extracomunitario nero. Per quale ragione di fronte all'ingiunzione di sfratto, Prospero ha scelto il partito del rifiuto, della resistenza alla forza pubblica e, dopo aver ferito un agente, si è barricato nelle sue stanze e ha preferito alla a di fronte ad un registratore e, sotto l'attenta premura del commissario di polizia, sta ricostruendo

Leggi tutto...

Madre Courage e i suoi figli

di Bertolt Brecht - debutto 2006

ico courageLa storia di Madre Courage, una vivandiera dell’esercito protestante che segue le truppe col suo carro trainato dai due figli maschi e con a bordo una figlia muta, non è la rappresentazione edulcorata e compiacente di una madre che attraversa le bufere del tempo di guerra, paladina dell’amore filiale nonostante tutto. E’ la storia di un essere diviso, contraddittorio, forte e debole insieme, con un cuore e degli artigli, un essere ambiguo, costretto a preservare i suoi miseri mezzi di sussistenza, che si interroga sul senso della guerra, flagello universale.

Leggi tutto...

 

DAL MATRIMONIO AL DIVORZIO

due atti unici di G. Feydeau - debutto 2005

"Pupo prende il purgante" e "La mamma buonanima della signora": due storie di coppia, con tutti gli ingredienti tipici della vaudeville. Fotogrammi di vita matrimoniale divertenti, grotteschi, assurdi...ma così attuali...

 

RE CERVO

due atti da Carlo Gozzi - debutto 2002

In un'ambientazione di chiaro stile fantastico, troviamo il Re Deramo che, aiutato dal mago Durandarte, cerca una sposa che lo ami sinceramente. I dialoghi dei sospirosi innamorati Leandro e Clarice, le tirate del furbo e sghignazzante Truffaldino, le ingenue paure di Mezzettino, i versi della grottesca Smeraldina, la comicità di Capitan Spaventa, l'invidiosa presenza di Tartaglia, la dolce e sincera figura di Angela e del vecchio padre Pantalone, danno l'avvio alla vicenda.

 

CIRCUS

di R. Perraro, ispirato ad un testo di C. Terron - debutto 2000

In uno spazio dilatato da suoni e apparizioni, un famiglia circense racconta il suo insolito quotidiano, mossa dall'impellente bisogno di autocelebrarsi, di accusare e di essere giudicata. In questa atmosfera surreale troveranno posto nani, ballerine, direttori di circo e forse...anche i nostri sogni.

 

UN TRAM CHE SI CHIAMA DESIDERIO

di T. Williams - debutto 1999
Finalista nella diciasettesima edizione del Festival Nazionale d'Arte drammatica "Schiofestivaldagno", vince il premio miglior attrice non protagonista.

Sullo sfondo sociale di New Orleans degli anni '50, si innesta la tragedia umana di Blanche, incapace di coniugare la sua esperienza dolorosa con il passaggio generazionale e culturale in atto nella società americana di quegli anni, scandito dall'inevitabile arroganza che accompagna da sempre chi anela all' integrazione e fa i conti con la "necessità di vivere".

 

LA RIVOLTA DELLE MARIONETTE

di R. Perraro in cui interagiscono attori e marionette - debutto 1999

Arlecchino, Pulcinella e Colombina, stanchi di essere marionette, decidono di abbandonare il teatro del vecchio Malvasia, per andare nella città degli uomini. Qui però, frastornati dal caos e dalla frenesia, buggerati da due strani vigili urbani e delusi dalla mancanza di fantasia, prendono coscienza della loro identità e, aiutati da Pinocchio e dal Grillo Parlante, decidono di tornare nel loro mondo, ma...

 

CASA DI BAMBOLA

di H. Ibsen - debutto 1998 

L'incomprensione nella coppia e la condanna dell'egoismo e dell'ipocrisia maschile, passano poco a poco in secondo piano, per lasciare spazio alle vicende della protagonista, inconsapevolmente soffocata dalla meschinità del suo ambiente di fine '800, che alla fine prende coscienza di sè e decide di abbandonare il marito alla sua mediocrità e iniziare da sola una nuova vita.

 

UNA DONNA UN PO' COSÌ...

di R. Perraro - debutto 1998
Premio miglior attrice-protagonista nella rassegna "Divertirsi a teatro" di Vigonza (PD).

Ferika è una donna di mezza età dal passato turbolento di attrice di provincia. Vive di ricordi, confortata dalla figlia, frutto di una sua passata relazione con un attore che la convinse ad abbandonare il marito e il figlioletto per rincorrere insieme il successo teatrale. Quando tutto sembra stemperarsi nell'accettazione del quieto vivere borghese, un evento improvviso darà alla vicenda ritmi comici ed imprevedibili, sottolineando lo spessore umano di personaggi apparentemente frivoli ed inattendibili.

 

IL MAGICO BOSCO DELLE MARIONETTE

di R. Perraro in cui interagiscono attori e marionette - debutto 1997

Una sera, quando il marionettista ha spento l'ultima luce del teatrino, cinque marionette, come per magia, si svegliano e decidono di reinventare la favola di Cappuccetto Rosso. Si troveranno coinvolte in una serie di avventure ed incontri fantastici, nei quali i loro stessi ruoli verranno scambiati.  Ma al ritorno di "colui che tira i fili"... 

 

I GIGANTI DELLA MONTAGNA

di L. Pirandello - debutto 1997
Finalista nella terza edizione del concorso TeatroFITAveneto

Cotrone vive in un luogo sperduto con la sua Compagnia degli Scalognati. Alla ragione come unica certezza, alla visione della vita come regno del naturale e del possibile, ha sostituito "La libertà dei sogni", dissolvendo in fantasmi ed evanescenze tutte quelle verità che la coscienza rifiuta. Ad Ilse e alla sua Compagnia, giunti da lontano in cerca di un luogo per rappresentare "La favola del figlio cambiato", offre un percorso della conoscenza, per vedere "con gli occhi dell'anima", un percorso che abbatta il diaframma costruito dai nostri cinque limitatissimi sensi...

 

LO ZOO DI VETRO (1^ edizione)

di T. Williams - debutto 1995
Premio migliore attrice protagonista nella tredicesima edizione del Festival Nazionale "Schiofestival"

Il giovane Tom, ora in veste di narratore, ora partecipando agli eventi di quella sera lontana in cui si consuma l'azione del dramma e si determina la sua scelta, racconta la sua storia e la decisione di lasciare la sua casa natia per andare altrove a scoprire sè stesso. Ma l'attenzione dell'autore non si posa principalmente sul protagonista, bensì sulle due figure femminili: la madre che vive nella nostalgia dei ricordi della sua giovinezza quando tutto sembrava sorriderle, e la sorella zoppa, ritiratasi anch'essa dal presente, reclusa in un mondo asfittico e circondata dai suoi animaletti di vetro.

 

 

 

2017  Compagnia Teatrale La Ringhiera di Vicenza