logotype

Come eravamo

di Jean Bouchaud - traduzione di Fabio Regattin

Una grande finestra si apre sull’interno di un piccolo appartamento dall’atmosfera rarefatta, in un angolo di Parigi. Tre donne: un’anziana madre, la figlia e una giovane agente immobiliare. Uno spaccato di vita: tre giorni durante i quali, tra conflitti mai risolti, malinconie e rimorsi, trovano spazio diffidenze e confidenze, speranze e illusioni, ma anche la riscoperta di relazioni sincere e il piacere di fare tesoro delle piccole cose... mentre fuori dalla finestra ammiccano le note di un pianoforte.

Le verità che ognuna delle tre protagoniste svelerà sono scomode e disarmanti. Connaturate alle diverse età della vita, inducono a riflessioni e a reazioni emotive che hanno accompagnato ciascuno di noi durante tutta la messinscena. 

 


 

  Recensioni

"Come eravamo. Con La Ringhiera tre donne in scena"- Il Giornale di Vicenza - 16/02/16

• "Emozioni e segreti per La Ringhiera in Come eravamo"- Il Giornale di Vicenza - 25/04/16

 

ico premi

• Vince il premio "migliore attrice non protagonista" all' 8° Festival di Teatro Amatoriale-Città di Montecarlo (Lu) "L'Ora di Teatro - Un sipario aperto sul sociale"  (6 Novembre 2016)

2017  Compagnia Teatrale La Ringhiera di Vicenza