logotype

Il canto del cigno

atto unico di Luigi Lunari

Un palcoscenico che sembra annunciare una di quelle serate artistico-mondane nelle quali si distribuiscono premi ad attori e registi, si rivela, come all’inizio dell’opera omonima di Anton P. Cechov, il confessionale di un attore giunto alla fine della sua carriera artistica che, risvegliatosi a notte inoltrata, incontra sé stesso. Il protagonista, in bilico tra finzione e realtà, incalzato dalla presenza di figure femminili... troverà infine la pace di un uomo come tanti altri che però ha navigato nel mare della vita quel "veliero di sogni" che è il Teatro.

Il testo di Luigi Lunari è intenso, struggente, colto, intimo e rivela la lunga frequentazione dell’autore nel mondo del teatro quale saggista, traduttore, critico e scrittore. 

 


ico premi

• Ospite allo "Spazio Tadini" di Milano (26 marzo 2010)

• Finalista alla XI edizione del Concorso"Giorgio Totola" (VR) in cui vince il premio "Miglior attore protagonista" (13 maggio 2011)

• Vince il premio "Miglior spettacolo" al 3° Festival "Stasera a teatro" di Camisano (Vi) presentato il 20 febbraio 2015


 Recensioni

"Un Lunari "vicentino" da applausi al teatrino dell'Arco", La Cittadella - Venerdì 15 gennaio 2012

 

 

2017  Compagnia Teatrale La Ringhiera di Vicenza